Alimentazione cane in gravidanza

ALIMENTAZIONE IN GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

La gravidanza è un momento complesso e delicato per l’organismo materno, il cane va supportato dal punto di vista alimentare per garantire il corretto sviluppo dei cuccioli e la salute della mamma.

Nelle prime settimane di gravidanza il fabbisogno energetico e nutrizionale della cagna non cambia, perchè la crescita dei feti è scarsa e non è ancora iniziata la formazione dello scheletro. Dal quarantesimo giorno di gestazione, invece, inizia ad aumentare il peso e si assiste alla mineralizzazione delle ossa dei cuccioli. Per questo c’è un aumento del fabbisogno proteico, energetico e minerale. Nell’ultima settimana, spesso, la femmina ha un calo dell’appetito, nonostante i fabbisogni rimangano comunque elevati, proprio per questo è utile ricorrere ad un alimento altamente appetibile, con un alto contenuto energetico, che possa essere somministrato in piccoli pasti, ma che fornisca tutti i nutrienti necessari in un piccolo volume. Quindi sceglieremo un alimento di ottima qualità, altamente digeribile, ricco in sostanze nutritive, che verrà messo a disposizione più volte nell’arco della giornata in piccole quantità, per aiutare anche il sistema digerente. Il cibo scelto in gravidanza dovrà essere mantenuto per tutta la lattazione e, se possibile, essere usato per svezzare i cuccioli, così da avere una continuità che rende più semplice l’adattamento dell’intestino dei piccoli, molto delicato in questa fase.

Teniamo conto che, nonostante l’aumento delle richieste energetiche e nutrizionali, la femmina non deve aumentare troppo di peso in gravidanza, quindi vanno rispettati dosaggi corretti per scongiurare problemi al parto a causa di eccessivo accumulo di tessuto adiposo.

Di solito, fino alla sesta settimana di gestazione, si consiglia di mantenere l’alimento abituale, magari aumentando leggermente le dosi, poi utilizzeremo un cibo per cuccioli di alta qualità. Durante l’allattamento le richieste energetiche e metaboliche della madre sono estremamente elevate, quindi si utilizza ancora il mangime per cuccioli fino allo svezzamento di questi ultimi. Da tenere presente in modo particolare il fabbisogno di calcio, soprattutto nelle cagne di piccole dimensioni durante la lattazione, la scelta del cibo corretto previene patologie che possono essere anche molto gravi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *